sostenibilità manaly

Manaly: la Sostenibilità come motore di crescita

Da sempre, Manaly si è distinta per il suo impegno verso la sostenibilità ambientale. La nostra azienda, con una forte attenzione alle pratiche ecologiche, vanta già certificazioni come il PEFC e Legno Veneto, confermandoci come membri attivi del Consorzio del Legno Veneto. Tuttavia, il nostro obiettivo è fare un ulteriore passo avanti per ottenere nuove certificazioni e migliorare costantemente le nostre pratiche sostenibili. Per raggiungere questo traguardo, stiamo investendo in una serie di corsi di formazione e consulenza mirati ad approfondire le conoscenze in ambito green.

La sostenibilità è anche una questione di… formazione

manaly sostenibilità

Nel corso degli ultimi mesi, abbiamo intrapreso un percorso formativo intenso e approfondito, strutturato su diverse tematiche fondamentali per la nostra crescita sostenibile. I primi corsi si sono concentrati sull'esplorazione del legno, approfondendone le applicazioni nei settori dell’allestimento, dell'arredamento e dell'edilizia. Questo ci ha permesso di acquisire una panoramica completa delle potenzialità e delle peculiarità di questo materiale. Abbiamo anche esaminato prodotti e pratiche legate all'economia circolare, studiando il riutilizzo dei materiali e la minimizzazione degli sprechi. Questi corsi rappresentano solo l'inizio di un lungo percorso formativo che durerà mesi.

In questo contesto (progetto “Wood Green & 4.0 Transition nel Comparto Legno Veneto”) ci hanno accompagnato il Consorzio del Legno Veneto, insieme ad Andrea Zenari, Gilberto Toneguzzi e Enrico Cancino.

Misurare per migliorare: il calcolo del nostro impatto ambientale

Il prossimo passo del nostro percorso formativo, con il supporto di Gianesin, Canepari & Partners, si focalizzerà sul calcolo dell’impatto ambientale. Comprendere e misurare l’impatto delle nostre attività è fondamentale per poter attuare strategie efficaci di riduzione delle emissioni e migliorare la sostenibilità complessiva della nostra azienda. Coinvolgeremo ogni reparto, dai processi produttivi alla logistica, per assicurare che tutti abbiano la consapevolezza e le competenze necessarie per contribuire al nostro obiettivo comune di riduzione dell’impatto ambientale.

Vogliamo che l’impegno di Manaly verso la sostenibilità si concretizzi in azioni tangibili e continue. Investire nella formazione dei nostri dipendenti e nel calcolo del nostro impatto ambientale è solo l’inizio di un percorso che ci porterà a essere sempre più ecologicamente responsabili. 

Siamo convinti che orientarsi verso un futuro più sostenibile non sia solo un dovere verso il nostro pianeta, ma anche un’opportunità per innovare e migliorare costantemente. La sostenibilità è una scelta che ripaga, e noi di Manaly siamo pronti a fare la nostra parte per un domani più “green”.

Sostenibilità in azione: i nostri casi di successo

Il nostro impegno verso la sostenibilità si riflette nei progetti che realizziamo. Lo stand di Ferretto è un primo esempio, in quanto presenta una parete di fondo interamente realizzata con materiale certificato PEFC, dimostrando come l'uso di materiali sostenibili possa integrarsi perfettamente nel design espositivo. Clicca qui per scoprire di più!

caffè diemme sostenibilità

Un altro progetto significativo è lo stand di Veneto Agricoltura, dove il legno utilizzato per la costruzione delle casette è certificato PEFC e Legno Veneto, proveniente quindi da foreste della Regione Veneto gestite in maniera sostenibile. Dai un’occhiata cliccando qui!

Anche nello stand di Caffè Diemme abbiamo utilizzato tavole di legno grezzo recuperate dagli schianti della tempesta Vaia, evidenziando l’impegno nel riutilizzo dei materiali naturali. Per saperne di più, clicca qui!

Questi progetti sono testimonianze tangibili del nostro impegno a promuovere una gestione responsabile delle risorse e a contribuire attivamente alla salvaguardia dell'ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo sulla sostenibilità aziendale? Se sei interessato a realizzare uno stand fieristico o se hai bisogno di informazioni su questo tema, Manaly è a disposizione, contattaci!


biennale di venezia 2024_padiglione islanda_manaly

Biennale di Venezia 2024: il ruolo di Manaly al Padiglione Islanda

La 60esima Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia 2024 ha aperto le sue porte al pubblico qualche settimana fa, presentando un'esperienza artistica coinvolgente e provocatoria. Quest'anno, la partecipazione di Manaly non è in veste di allestitore ma come parte integrante dell'opera presente al Padiglione Islanda. Continua a leggere l’articolo per scoprire di più!

La Biennale di Venezia 2024: Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere

Il tema di questa edizione, "Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere", traccia una traiettoria suggestiva delineata dal curatore Adriano Pedrosa: "Ovunque tu vada ci sono stranieri e immigrati, ma allo stesso tempo ovunque tu vada sei sempre uno straniero". Questo titolo prende ispirazione dalle opere del collettivo Claire Fontaine, che dal 2004 realizza sculture al neon con l'espressione "Stranieri ovunque" in diverse lingue, originariamente proposta dal nome di un collettivo torinese degli anni duemila impegnato nella lotta al razzismo e alla xenofobia in Italia.

La Biennale di Venezia 2024 mette in risalto gli artisti immigrati, diasporici, esiliati o rifugiati, insieme a coloro che appartengono alle comunità queer: 331 artisti e collettivi provenienti da oltre 80 Paesi. Questa edizione si distingue per la sua pulizia, essenzialità e assenza di colpi di scena, contrariamente alle aspettative di alcuni.

Tra le molteplici opere e installazioni che animano gli spazi espositivi, il Padiglione dell'Islanda emerge presentando "That’s a Very Large Number - A Commerzbau" di Hildigunnur Birgisdóttir, curata da Dan Byers. L'opera esplora le complesse relazioni tra noi e il mondo degli oggetti prodotti in serie.

L'artista e la critica ai sistemi globali

manaly_biennale di venezia 2024_padiglione islanda

Hildigunnur Birgisdóttir, artista visiva di Reykjavik, porta avanti una pratica artistica ricca di sfumature, focalizzata sulla critica dei sistemi globali di produzione e distribuzione. Il suo lavoro si concentra sulle vite bizzarre degli oggetti che popolano il nostro quotidiano, spesso trascurati o considerati accessori usa e getta della cultura materiale. Utilizzando sistemi e interazioni umane come parte integrante del suo processo artistico, Birgisdóttir crea opere che catturano l'attenzione sugli oggetti che esistono ai margini della nostra visione.

Padiglione Islanda a Venezia: un dialogo con gli oggetti

All'interno del Padiglione Islanda alla Biennale di Venezia 2024, i visitatori sono accolti da un ambiente immersivo che richiama lo spirito del "Merzbau" di Kurt Schwitters. Le pareti, dipinte in un bianco sbiadito, sono composte da vecchi interruttori della luce e cavi elettrici in plastica, creando una cornice suggestiva per le opere esposte.

Una vasta installazione a parete, realizzata con materiali riciclati dalla Biennale di Venezia 2023, è adornata con i loghi di aziende e fornitori che hanno contribuito alla creazione del padiglione (tra cui Barbie, Google, DHL, Sutton, Iceland Air, Manaly e altri). Attraverso sculture e installazioni che esplorano le relazioni oggettuali, Birgisdóttir offre ai visitatori un'esperienza multisensoriale che invita alla riflessione sul nostro legame con gli oggetti.

manaly_biennale di venezia 2024_padiglione islanda

Ad esempio, piccoli giocattoli di plastica, originariamente destinati alle case delle bambole, sono stati digitalizzati, ingranditi e replicati. Le sculture catturano le superfici straordinariamente lisce e le forme semplificate dei giocattoli, concepiti per trasmettere solo le informazioni essenziali per comprendere la loro funzione. Una scultura è stata creata utilizzando sacchi di caffè in juta riciclata, mentre un'altra è stata realizzata con denim riciclato, entrambe modellate sulle forme dei piccoli imballaggi economici che proteggono i prodotti che intendiamo acquistare.

Il contributo di Manaly alla Biennale di Venezia 2024 riguarda la sedia e il tavolo posti al centro dell'area, brandizzati e avvolti con il nostro logo in serie, che richiamano il concetto di produzione di massa, tema che l'artista critica. Il lavoro di Birgisdóttir riflette la tensione tra il piacere personale che possiamo trovare nel nostro mondo di oggetti materiali e le conseguenze di un'eccessiva invasione di tali oggetti nel nostro quotidiano.

Quest’anno Manaly ha avuto un ruolo diverso rispetto al solito: non ci siamo limitati a essere gli allestitori, ma siamo stati parte integrante del progetto. È stata un'esperienza davvero stimolante per noi!

In passato, abbiamo curato l'allestimento del Padiglione del Cile alla Biennale di Venezia. Se vuoi dare un'occhiata al nostro lavoro precedente, puoi farlo cliccando qui.

Se anche tu hai un progetto o un'idea che desideri realizzare, tieni presente che Manaly è il partner creativo su cui puoi contare. Non esitare a contattarci! Nel frattempo, puoi dare un'occhiata alle nostre precedenti realizzazioni, clicca qui!


Dal concept all’allestimento di spazi espositivi

Nell'ambito dell'allestimento di spazi commerciali e eventi, realizzare un progetto e un arredamento che riflettano appieno l'identità del brand può sembrare un compito impegnativo e complesso. La ricerca di una soluzione su misura, senza dover affrontare ostacoli tecnici o logistici, può spesso diventare un'ardua sfida. Tuttavia, esiste una risposta efficace a questa esigenza: scegliere un allestitore che ti segua dall’inizio alla fine del tuo progetto.

In questo articolo, ti guideremo attraverso il funzionamento di questo servizio, cosa implica e se rappresenta davvero la soluzione ideale per le tue esigenze. Continua a leggere l'articolo per scoprire di più!

Studio, progettazione e realizzazione di stand fieristici

Questo servizio, chiamato "chiavi in mano", è offerto dalle aziende di allestimento e comprende tutte le fasi del processo, dall'ideazione all'installazione. Questo permette ai clienti di affidarsi completamente al team di esperti dell'azienda, eliminando la necessità di coordinare diversi fornitori e gestire le varie fasi del progetto. Dal concept iniziale alla realizzazione pratica, tutto viene gestito in modo integrato, garantendo risultati di alta qualità e una maggiore tranquillità per il cliente.

Una fase cruciale del processo di progettazione chiavi in mano è la pianificazione e l'analisi preliminare. Prima di avviare il progetto, è fondamentale comprendere appieno le esigenze e le aspettative del cliente. Questo coinvolge un'attenta valutazione dei requisiti spaziali, del budget e degli obiettivi di marketing. Una volta acquisite queste informazioni, il team di progettazione può sviluppare un concept su misura che soddisfi tutte le specifiche richieste.

Questo servizio si adatta a tutti i tipi di spazi espositivi: stand, eventi, showroom, retail e mostre/musei, offrendo numerosi vantaggi al cliente.

Dal concept all'allestimento: i vantaggi

I vantaggi di scegliere un unico partner sono molteplici. Vediamoli insieme!

studio progettazione realizzazione stand fieristici manaly

  • Risparmio di tempo e risorse: il cliente non deve più dedicare tempo alla ricerca e coordinazione dei fornitori, permettendo una maggiore concentrazione sul proprio core business.
  • Qualità e creatività: grazie all'esperienza e alla competenza del team di allestimento, i risultati sono caratterizzati da un design innovativo e funzionale.
  • Flessibilità: il servizio si adatta alle esigenze specifiche del cliente, consentendo modifiche durante il processo senza compromettere la qualità del lavoro.
  • Personalizzazione: attraverso il supporto di un team dedicato, l'azienda trasforma le idee in realtà, creando spazi espositivi che riflettono gli obiettivi, l'identità e i valori del brand.

Quanto costa uno stand in fiera? 

Il costo di uno stand fieristico può variare notevolmente, dipendendo da diversi fattori come la sua dimensione e le richieste specifiche del cliente. Anche il materiale, le tecnologie integrate e altri dettagli incidono sul prezzo finale. Il luogo e la durata dell'evento sono importanti, poiché influenzano i costi logistici e di trasporto. Tenendo conto di questi fattori, è fondamentale stabilire il budget durante la fase iniziale di modo da creare un progetto su misura.

Dopo 40 anni di esperienza nel settore, noi di Manaly siamo convinti che affidare l'intero processo di progettazione e allestimento a un'unica azienda garantisca tranquillità e massima efficienza.

Hai trovato utile l'articolo su studio, progettazione e realizzazione di stand fieristici o altre tipologie di spazi espositivi? Se vuoi esplorare i nostri progetti, ti invitiamo a visitare la nostra pagina "Realizzazioni" oppure, nella pagina dedicata ai “Case Study”, puoi scoprire le nostre storie di successo!

Se desideri trasformare la tua visione in realtà, Manaly è il partner affidabile su cui contare, contattaci!


come allestire uno stand fieristico

Come allestire uno stand fieristico: 4 consigli!

Come allestire uno stand fieristico nel modo migliore? Nel panorama competitivo delle fiere commerciali, la progettazione di uno stand non è più semplicemente una questione di esposizione di prodotti o servizi. È diventata una componente cruciale per catturare l'attenzione del pubblico e comunicare in modo efficace i valori distintivi del brand. In questo contesto, il ruolo dei professionisti del settore fieristico diventa fondamentale per garantire il successo dell'azienda nell'arena delle fiere commerciali. Continua a leggere e scopri i 4 consigli di Manaly su come allestire uno stand fieristico di successo.

Estetica e attrazione visiva nell’allestimento fieristico

Uno degli aspetti primari che contraddistinguono uno stand fieristico di successo è la sua capacità di attrarre e catturare l'attenzione dei visitatori fin dal primo sguardo. Un design accattivante, una disposizione degli spazi intelligente e l'uso sapiente di colori e illuminazione sono tutti elementi cruciali per creare un impatto visivo duraturo. Attraverso la consulenza di professionisti nel campo della progettazione, uno stand può trasformarsi da semplice espositore a un'opera creativa che riflette l'essenza stessa del brand. Un caso interessante è lo stand di Euronda a IDS!

Funzionalità ed esperienza

Oltre all'aspetto estetico, uno stand fieristico deve essere funzionale e rispondere alle esigenze sia degli espositori che dei visitatori. La disposizione degli spazi deve essere intuitiva, con aree ben definite per la presentazione dei prodotti e un flusso di persone ottimizzato per favorire l'interazione. In alcuni casi, gli stand possono essere progettati con una funzionalità particolare: essere modulabili e adattabili per essere utilizzati in diverse fiere. Un esempio è lo stand di Stefanplast, il quale è stato creato con la flessibilità necessaria per adeguarsi alle varie esigenze delle diverse manifestazioni fieristiche.

Inoltre, l'integrazione di tecnologie innovative, come schermi interattivi, esperienze virtuali e test di prodotto, non solo aggiunge un tocco di modernità, ma anche un livello di coinvolgimento che può fare la differenza nell'esperienza complessiva del visitatore.

Brand Identity nello stand fieristico

come allestire uno stand fieristico riyadh airports

Un allestimento fieristico efficace non è solo esteticamente gradevole e funzionale, ma anche una manifestazione tangibile dei valori e dell'identità del brand. Ogni elemento, dalle grafiche ai materiali utilizzati, dovrebbe essere attentamente selezionato per riflettere la storia, la missione e la personalità dell'azienda. Questa coerenza tra il messaggio del brand e l'aspetto dello stand non solo rafforza la percezione del brand stesso, ma crea anche un legame emotivo con il pubblico, alimentando la fiducia e la fedeltà dei clienti. Lo stand di Riyadh Airports ne è un esempio!

Come allestire uno stand fieristico: l’importanza della progettazione

Tra i consigli su come allestire uno stand fieristico il più importante forse riguarda la progettazione. Senza una progettazione accurata, tutti gli altri elementi di uno stand - dall'estetica alla funzionalità - rischiano di risultare compromessi. A tal proposito è essenziale considerare attentamente l'uso delle diverse aree e come interagiscono tra loro per garantire una buona fruibilità e leggibilità per i partecipanti. Ecco le principali aree da considerare per ottimizzare lo stand:

  • area accoglienza;
  • area meeting;
  • area deposito/stoccaggio;
  • area espositiva;
  • area relax/relazione;
  • area bar/ristoro (se necessaria).

In conclusione, la progettazione di uno stand fieristico va oltre la semplice creazione di uno spazio espositivo. È un'opportunità strategica per comunicare, connettere e distinguersi.

Affidarsi a professionisti del settore è cruciale per garantire che ogni aspetto dello stand, dall'estetica alla funzionalità, sia ottimizzato per massimizzare il ritorno sull'investimento e lasciare un'impressione indelebile sui visitatori. Pertanto, è essenziale che ogni stand sia progettato su misura, personalizzato per rispondere in modo preciso alle esigenze e agli obiettivi specifici dell'azienda.

In questo ambiente, Manaly spicca come partner ideale: con 40 anni di esperienza nel settore degli eventi, fornisce un servizio completo che comprende tutte le fasi della pianificazione e dell'esecuzione.

Ti è stato utile questo articolo su come allestire uno stand fieristico? Se sei interessato a realizzare uno stand fieristico o se hai bisogno di informazioni su questo tema, Manaly è a disposizione, contattaci!


esperienza immersiva

Progetto Fuoco 2024: l’esperienza immersiva di Expo FOV

Valorizzare la RIR e il Consorzio del Legno Veneto

Il Consorzio del Legno Veneto, appartenente alla Rete Innovativa Regionale (RIR), si prepara con un'esperienza immersiva per la partecipazione alla fiera Progetto Fuoco 2024, in scena a Verona dal 28 febbraio al 2 marzo 2024. Expo FOV (Foresta Oro Veneto) va oltre la tradizionale presenza fieristica, ambisce a creare trasparenza, responsabilità e a costruire una fiducia duratura tra aderenti attuali e futuri. La comunicazione del valore delle aziende aderenti, la promozione del marchio e l'impegno verso lo sviluppo imprenditoriale e ambientale definiscono gli obiettivi. L'approccio unico mira a promuovere la collaborazione intersettoriale, stimolare la ricerca e l'innovazione, affrontare questioni sistemiche e sensibilizzare il pubblico su temi cruciali.

esperienza immersiva progetto fuoco 2024

L’esperienza immersiva di Manaly

Manaly, parte integrante del Consorzio del Legno Veneto e della RIR, sta dando vita a questo progetto. La caratteristica distintiva consiste in un'esperienza immersiva che trasporta i partecipanti nel cuore del Consorzio e della RIR. Questa esperienza sarà il risultato della collaborazione tra le aziende del Consorzio del Legno Veneto, ognuna contribuendo con la propria storia, expertise e prodotti. Il progetto mira a creare un'esperienza completa che celebra la diversità e l'eccellenza del settore foresta-legno nella regione. La partecipazione attiva sottolinea l'impegno collettivo nel promuovere la filiera e nel rafforzare i legami all'interno della comunità. 

Esperienza immersiva: perché sceglierla?

L’esperienza immersiva sta diventando sempre più centrale nelle fiere. Offre ai visitatori l'opportunità di connettersi in modo unico con aziende e brand. Questo ambiente multisensoriale stimola l'interazione emotiva, lasciando un'impressione duratura. Vivere la storia e i valori di un'azienda in prima persona crea un legame più profondo e fidelizza i clienti.

Esperienza immersiva: come realizzarla?

Realizzare un'esperienza immersiva di successo va oltre la mera implementazione di tecnologie avanzate. Richiede una pianificazione attenta, un'esecuzione precisa e la presenza di competenze specializzate. È necessario definire chiaramente gli obiettivi che si vogliono raggiungere e identificando il target di riferimento. Questi passaggi iniziali sono fondamentali per creare un piano di successo che sia mirato e efficace.

La scelta degli strumenti giusti è altrettanto cruciale. Con una vasta gamma di tecnologie disponibili è essenziale comprendere le peculiarità di ciascuna. 

Tuttavia, un elemento chiave che non può essere trascurato è la scelta di un partner esperto e competente. Collaborare con professionisti del settore dell'esperienza immersiva può apportare una prospettiva preziosa, offrendo consulenza su aspetti tecnici, creativi e strategici. Un partner competente è in grado di guidarti nella selezione degli strumenti più appropriati, ottimizzando il processo di creazione e garantendo una realizzazione fluida del progetto.

Non perderti Expo FOV a Progetto Fuoco 2024: immergiti in un'esperienza unica che celebra e promuove la sostenibilità e l'innovazione nel settore foresta-legno. 

Ti aspettiamo dal 28 febbraio al 2 marzo a Verona! 

Se sei interessato all’esperienza immersiva, Manaly è a disposizione, contattaci!


vetrine di cp company

Le vetrine di CP Company: un design creativo che racconta la collezione FW23

Per la stagione autunno/inverno 2023, le vetrine di CP Company a Milano sono state protagoniste della loro campagna promozionale. Il concept di questa iniziativa è stato curato da Jordi Van Der Oord, il noto direttore creativo specializzato in esperienze spaziali e digitali per marchi globali. La sua effettiva realizzazione è stata, invece, affidata a Manaly.

Il progetto prevedeva la creazione di installazioni artistiche dietro le vetrine di CP Company, ispirate ai materiali distintivi della collezione autunno-inverno 2023, con un approccio creativo e dinamico. 

Continua a leggere l’articolo e scopri come abbiamo realizzato le quattro vetrine di CP Company!

vetrine di cp company toob

Toob - Camera d'aria

TOOB è l'abbreviazione di Inner tube, ovvero camera d'aria in inglese. Su una base di cotone colorato viene stratificato un sottile doppio strato di poliuretano trasparente opaco. La leggera interazione tra questi due strati conferisce un aspetto gommato invecchiato, mentre la trasparenza del rivestimento esterno sulle cuciture completa l'effetto desiderato.

La prima delle quattro vetrine di CP Company è stata concepita prendendo spunto proprio da questa caratteristica. Sono state realizzate due strutture con profilo in alluminio, al cui interno è stato integrato un sistema di gonfiaggio e sgonfiaggio di tubi. L'insieme di queste componenti ha ricreato l'immagine di una camera d'aria, fornendo un dinamico sfondo per i capi d'abbigliamento.

 

vetrine di cp company terrarium

Micro M - Terrarium

La Micro-M (R) rappresenta l'evoluzione contemporanea dell’iconico tessuto 50 Fili di C.P. Company. Questa innovazione sostituisce il tradizionale filato di cotone con una microfibra di poliestere idrofoba e il nylon con una versione appositamente riciclata.

Il concept del terrarium, realizzato all'in

terno dello store, si è ispirato direttamente al principio che sta alla base della Micro-M. La struttura è stata progettata attorno a due manichini che indossano i capi d'abbigliamento protagonisti del pop-up, e all'interno di questa struttura sono stati introdotti elementi naturali, come terra, sabbia e piante stabilizzate che si sposano con il concetto di sostenibilità dell’azienda.

 

CP Program_3 - Cardatura

vetrine di cp company CP Program_3

C.P. Program_3 costituisce il terzo capitolo del progetto di C.P. Company, orientato alla ricerca di metodologie di produzione alternative e all'utilizzo di risorse naturali per minimizzare l'impatto ambientale nell'industria dell'abbigliamento. Questo laboratorio si concentra sull'eliminazione degli sprechi, promuovendo l'economia circolare, impiegando materiali di ricerca e riducendo la catena produttiva. Nel nuovo capitolo, C.P. Company esplora la lavorazione della lana vergine e del jersey in modo radicale per mettere in risalto le qualità naturali del filato puro e la texture grezza dei prodotti finiti.

La terza installazione rappresenta appieno questo concetto. Abbiamo ideato un impianto industriale dotato di rulli azionati da un motore, ingranaggi e catene. In cima e in fondo alla struttura, rulli cardatori tradizionali lavoravano la lana. Nel cuore dell'installazione, due rulli mostravano un’immagine in movimento, fungendo da sfondo per l'indumento esposto.

 

DUFFEL & JAQUARD - Arazzovetrine di cp company DUFFEL & JAQUARD

L'approccio distintivo di C.P. Company, che fonde innovazione tecnologica e sperimentazione estetica, si rinnova esplorando la possibilità di trasferire motivi Jacquard su tessuti in lana con i nuovi cappotti Duffel.

Questa tecnica è stata implementata sia nel tradizionale stile Montgomery, caratterizzato da raffinate chiusure con alamari e un design a strisce, che in una costruzione più contemporanea con cappuccio.

L'ultima delle vetrine di CP Company ha visto la creazione di un arazzo lavorato a maglia, ispirato ai motivi della collezione Duffel & Jacquard, posizionato come sfondo per i capi d'abbigliamento. Nel corso del tempo, l'arazzo si doveva sfilare. Per questo è stato progettato un “avvolgifilo” inferiore che ha tirato e raccolto il filo fino al completo disfacimento.

 

Ti è piaciuta la realizzazione delle vetrine di CP Company? Se sei interessato alle installazioni temporanee, Manaly è a disposizione, contattaci!


evento di natale aziendale

Evento di Natale Aziendale: 5 strategie per renderlo indimenticabile

L'organizzazione di un evento di Natale aziendale richiede una meticolosa attenzione ai dettagli e una pianificazione accurata. In questo articolo, esploreremo cinque elementi chiave che contribuiranno al successo del tuo evento aziendale. Continua a leggere l’articolo per scoprire di più su questo tema!

Scenografia di Natale: creare un'atmosfera magica

La progettazione di una scenografia natalizia può trasformare radicalmente l'evento, creando un'atmosfera magica e coinvolgente che si intreccia con lo spirito festivo. Investire in decorazioni aziendali personalizzate, come alberi di Natale con i colori e luci del marchio, non solo crea un ambiente festoso ma rafforza anche l'identità aziendale, promuovendo un senso di appartenenza tra i dipendenti.

Scegliere la location perfetta per il tuo evento di Natale aziendale

La scelta della location è cruciale per un evento di Natale aziendale di successo. Una location strategica può migliorare l'esperienza complessiva, offrendo spazi versatili per attività e promuovendo l'interazione tra i partecipanti. Si può pensare di organizzare l'evento direttamente presso la sede aziendale, purché la struttura sia adeguata. In alternativa, si può scegliere un'altra location che fornisca servizi di catering di alta qualità, garantendo così un'esperienza culinaria indimenticabile.

Un dettaglio a sorpresa

Oltre a una scenografia accattivante e a una location adatta, un tocco a sorpresa rende l'evento di Natale aziendale davvero speciale. Introdurre intrattenimenti a tema natalizio o invitare ospiti speciali, sorprenderà positivamente i partecipanti. Questo elemento inaspettato non solo renderà l'evento indimenticabile ma contribuirà anche a creare un'atmosfera di gioia e condivisione tra i colleghi.

Ad esempio, una performance live a sorpresa con artisti o il coinvolgimento dei dipendenti in attività interattive a tema possono valorizzare il tuo evento.

Family Day per un Natale aziendale inclusivoevento di natale aziendale

Un'opzione innovativa per rendere l'evento ancora più speciale è l'organizzazione di un Family Day. Coinvolgere non solo i dipendenti ma anche le loro famiglie crea un'atmosfera di festa calorosa.

Un esempio tangibile di successo è il Family Day organizzato da Manaly per l'azienda 3B spa. Questo evento ha offerto attività ricreative per tutte le fasce d'età, creando un'esperienza condivisa che ha trasmesso i valori aziendali e consolidato l'identità aziendale tra i dipendenti.

Clicca qui per scoprire di più sull’evento di 3B spa!

L’importanza di un partner che trasforma le tue idee in realtà

La scelta di un partner che fornisca assistenza in tutte le fasi dell'evento, dal concept alla progettazione, dalla logistica alla realizzazione finale, è fondamentale per garantire il successo e la fluidità dell'esperienza. Un supporto completo significa avere un alleato affidabile che si prende cura di ogni dettaglio, dalla concezione creativa alla gestione pratica dell'evento. La presenza costante di un team esperto durante l'evento stesso assicura una risposta immediata a eventuali imprevisti, garantendo un'esperienza senza intoppi per tutti i partecipanti.

In questo contesto, Manaly si distingue come il partner ideale: con una solida esperienza di 40 anni nel settore degli eventi, offre un servizio completo che copre tutte le fasi di pianificazione ed esecuzione.

Clicca qui e scopri di più su come Manaly segue attentamente ogni dettaglio dei suoi eventi!

Conclusione

In sintesi, organizzare un evento di Natale aziendale di successo richiede l’investimento di tempo ed energie in molte attenzioni che non solo rendono l'evento piacevole per i dipendenti ma contribuiscono anche a rafforzare il senso di appartenenza aziendale. L’obiettivo finale è che l'evento risulti un momento di festa e condivisione e che lasci un'impronta duratura nel ricordo di tutti.

Ti è stato utile questo articolo? Se sei interessato a realizzare un evento di Natale aziendale o se hai bisogno di informazioni su questo tema, Manaly è a disposizione, contattaci!


allestimenti fieristici manaly

Manaly: 42 anni di successi creativi negli allestimenti fieristici

Il 15 ottobre ha segnato un momento significativo per Manaly: 42 anni di impegno, passione e innovazione nell'ambito degli allestimenti fieristici e degli eventi. Fondata su valori saldi e una missione proiettata verso il futuro, Manaly è cresciuta e si è evoluta, partendo da una visione condivisa di cooperazione e impegno territoriale.

42 anni negli allestimenti fieristici: viaggio attraverso l’archivio storico 

allestimenti_fieristici

La nostra storia è una testimonianza dell'evoluzione costante nel corso degli anni. Da un umile inizio di “tuttofare” alla realizzazione di spazi espositivi mozzafiato ed eventi su larga scala. Ogni tappa del nostro percorso riflette l'impegno a superare le aspettative dei nostri clienti.

Attraverso l'archivio storico di Manaly, è possibile immergersi nei momenti salienti che hanno definito il nostro percorso. Questo approfondimento storico fornisce una prospettiva unica sulle nostre radici, evidenziando come l'esperienza acquisita nel corso degli anni abbia reso Manaly un punto di riferimento nell'industria delle fiere e degli eventi.

Questo patrimonio storico e il percorso di crescita possono essere esplorati qui.

Valori che durano nel tempo

allestimenti_fieristici

Nella celebrazione dei 42 anni di storia di Manaly, rivolgiamo lo sguardo al futuro senza mai dimenticare i principi cardine che ci hanno definito in questi decenni. La cooperazione occupa il primo posto nel nostro quadro di valori: condividiamo visioni e responsabilità, rafforzando le fondamenta del nostro successo attraverso la collaborazione. 

Questa filosofia abbraccia anche la solidarietà intergenerazionale, l'accoglienza e l'integrazione dei giovani talenti nei processi decisionali, creativi ed operativi dell'azienda. 

Infine, il nostro impegno verso il territorio e l'ambiente è un elemento tangibile all'interno della nostra missione, riflesso in pratiche sostenibili e supportato dalle nostre certificazioni PEFC e Legno Veneto.

Clicca qui per approfondire il nostro “chi siamo”.


caseus

L'Evento Caseus: celebrando la Storia del Formaggio Italiano

Anche quest’anno, la XIX edizione di Caseus si svolgerà nella prestigiosa Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD), una delle più splendide dimore venete, rappresentando il perfetto connubio tra l'arte e la cultura enogastronomica.

Ma cos’è esattamente Caseus? E quale ruolo svolge Manaly in questo evento?

Cos’è l’evento Caseus?

Caseus, che significa “formaggio” in latino, è un omaggio alla maestria e alla passione dei produttori di formaggio italiani. Si tratta di un’opportunità unica per scoprire e assaporare alcuni dei migliori formaggi italiani, conoscere la storia che li circonda e comprendere l’importanza di questa prelibatezza nel contesto culinario italiano. 

L'evento, ormai giunto alla sua 19ª edizione, riunisce grandi caseifici e piccoli produttori di malga, con una crescente presenza che ha portato a oltre 80.000 visitatori nel 2022 e la partecipazione di oltre 500 formaggi al concorso. Le due giornate (30 settembre e del 1° ottobre) saranno ricche di occasioni per gustare formaggi autentici, con degustazioni guidate, abbinamenti enogastronomici, incontri con i casari, masterclass e momenti di formazione e confronto. Il calendario di eventi si annuncia ancora più ampio rispetto all'anno precedente, con oltre 60 appuntamenti che hanno già registrato il tutto esaurito prima dell'apertura dell'evento. 

Caseus: una storia di gusto e tradizione

Nel 2005, Caseus è stato fondato per onorare la storia di circa 3000 allevatori veneti che accudiscono i loro animali e che producono latte di alta qualità. Questi produttori ogni giorno consegnano il loro prezioso latte a caseifici regionali o lo trasformano direttamente. La tradizione si tramanda di generazione in generazione attraverso i casari, che imparano l'arte da coloro che li hanno preceduti, aggiungendo innovazione nel rispetto delle antiche pratiche.

L'evento Caseus offre una vetrina unica per i formaggi dei produttori veneti, inclusi caseifici, malghe, aziende agricole, stagionatori e affinatori. Dal 2022, l’evento ha ampliato il suo raggio d'azione, includendo tre percorsi espositivi distinti: Caseus Veneti, Caseus Italiae e Caseus Mundi, che accolgono produttori provenienti da altre regioni e paesi. Questa espansione rende l'evento ancora più diversificato e affascinante, unendo tradizione e innovazione nel mondo dei formaggi di alta qualità.

Il ruolo di Manaly a Caseus

caseus-stand-manaly

Manaly, in collaborazione con CD10, ha seguito la progettazione e l'allestimento dello stand di Veneto Agricoltura e delle società controllate CSQA, Bioagro e Intermizoo sia nell'edizione di quest'anno che in quella dell'anno precedente.

Il progetto si è basato sull'analisi della tradizionale architettura veneta per reinterpretarla in chiave sostenibile e contemporanea. Ciò ha portato alla creazione di casette di legno che, posizionate strategicamente, evocano l'immagine di un villaggio rurale veneto. L'attenzione principale è rivolta alla valorizzazione del patrimonio culturale, con l'uso di legno certificato PEFC e Legno Veneto proveniente da foreste gestite in modo sostenibile nella regione stessa. Manaly ha collaborato con Veneto Agricoltura per la realizzazione di queste strutture indipendenti, che possono essere riutilizzate per rappresentare la cultura veneta in diverse occasioni, sottolineando la sostenibilità e l'autenticità dei prodotti locali. 

Vuoi scoprire di più sul progetto? Clicca qui e leggi il racconto completo!


biennale di venezia

La Biennale di Venezia: un viaggio nell'Arte e nel Design contemporaneo

La Biennale di Venezia è uno degli eventi culturali più prestigiosi e longevi al mondo, che attira appassionati d'arte, artisti e critici da ogni angolo del pianeta. Questa manifestazione internazionale, conosciuta anche come la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, ha una storia lunga oltre un secolo e ha lasciato un'impronta significativa nel panorama dell'arte contemporanea. In questo articolo, esploreremo la storia, le curiosità e l'aspetto attuale della Biennale di Venezia, mettendo l'accento sia sull'aspetto artistico che su quello tecnico e di design.

Storia della Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia è stata fondata nel 1895 come una mostra d'arte per promuovere l'arte e la cultura italiana. Inizialmente, l'evento era incentrato solo sulle arti visive, ma nel corso degli anni si è espanso per includere altre discipline, come l'architettura, il cinema, il teatro e la danza. Il suo scopo era quello di creare un ponte tra artisti e il pubblico, offrendo una piattaforma per l'esposizione delle opere più innovative dell'epoca.

Curiosità sulla Biennale di Venezia

Una delle curiosità più affascinanti della Biennale di Venezia è il suo sistema di partecipazione e selezione. Ogni paese organizza una propria rappresentanza nazionale e seleziona gli artisti da inviare alla Biennale. Questa caratteristica rende l'evento un vero e proprio trionfo di diverse culture e visioni artistiche, permettendo ai visitatori di immergersi in una varietà di espressioni artistiche provenienti da tutto il mondo.

Un altro aspetto interessante è la premiazione dei migliori artisti. La Giuria internazionale assegna premi come il Leone d'Oro per la migliore partecipazione nazionale e il Leone d'Oro per il miglior artista dell'esposizione. Questi riconoscimenti sono ambiti e spesso fanno guadagnare fama e prestigio agli artisti vincitori.

La Biennale di Venezia oggi

Oggi, la Biennale di Venezia è diventata un grande evento con molteplici sedi e una vasta gamma di discipline artistiche rappresentate. Le mostre sono ospitate in vari padiglioni, spazi espositivi e teatri in tutta la città di Venezia. Artisti emergenti e celebrità internazionali si mescolano tra le opere, creando una vivace atmosfera di scambio culturale.

Un altro aspetto rilevante dell'attuale Biennale di Venezia è l'integrazione delle tecnologie e del design nell'arte. Molti artisti contemporanei utilizzano l'innovazione tecnologica come parte integrante delle loro opere, creando installazioni interattive e opere multimediali che coinvolgono il pubblico in un modo completamente nuovo.

biennale di venezia

Il design degli spazi espositivi stessi gioca un ruolo cruciale nell'esperienza complessiva della Biennale. Gli architetti e i designer sono chiamati a creare ambienti che esaltino le opere d'arte e offrano al pubblico una cornice suggestiva per apprezzare le opere in mostra. L'armonia tra l'arte e il design degli spazi è essenziale per creare una narrazione coerente e coinvolgente.

Nel 2021, Manaly ha curato l'allestimento del Padiglione del Cile alla Biennale di Architettura di Venezia, presentando un'opera straordinaria e raffinata. L'installazione consisteva in un volume di legno colorato di blu elettrico, dal carattere volutamente provvisorio, concepito come una sorta di "stanza delle meraviglie". Questo spazio ha raccolto ben 500 testimonianze, trasformate in altrettanti quadri, che illustravano momenti di vita quotidiana nel quartiere di José Maria Caro a Santiago del Cile. Quest’opera ha dimostrato come sia possibile restituire la storia di una comunità attraverso l'arte visiva, senza bisogno di molte parole scritte.

La Biennale di Venezia è molto più di una semplice mostra d'arte; rappresenta un momento fondamentale per l'arte contemporanea e offre una panoramica della creatività globale. Attraverso la sua lunga storia, ha saputo adattarsi e abbracciare nuove forme d'arte e nuove tecnologie, rimanendo una delle manifestazioni culturali più influenti e rispettate al mondo.